Archivi tag: PAPINI

“Chi vorresti essere?” al Salone del Libro di Torino

Il blog ufficiale del Bookstock Village del Salone Internazionale di Torino dedica attenzione al laboratorio che  Arianna Papini ha tenuto allo spazio Nati per Leggere giovedì 10 maggio.

Chi vorresti essere?.

Noi della Kalandraka l’abbiamo visto così:

L’incontro con i ragazzi nel laboratorio di illustrazione.

UNO STAND AL SALONE DEL LIBRO DI TORINO

Image

Per la prima volta Kalandraka partecipa al Salone Internazionale del Libro di Torino, promosso dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura e sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, la Regione Piemonte, il Comune e la Provincia. Kalandraka partecipa nel contesto di una nuova iniziativa dedicata alle case editrici per ragazzi all’interno del Bookstock Village, un padiglione di oltre 3.500 metri quadri interamente dedicato al pubblico dagli 0 ai 20 anni. La proposta dell’organizzazione è quella di “avvicinare il pubblico delle famiglie e delle scuole alle migliori pubblicazioni per l’infanzia e al piacere della lettura in generale”. Eros Miari, socio fondatore della cooperativa Equilibri di Modena e dell’associazione culturale Fuorilegge di promozione della lettura per ragazzi, è il curatore del programma Bambini del Bookstock Village.

Due immagini dello stand di Kalandraka appena allestito al Salone di Torino.

Ospite del Salone è l’illustratrice e autrice fiorentina Arianna Papini, anche lei per prima volta al Salone nonostante il suo indiscusso bagaglio editoriale, letterario ed artistico. Finalista del Premio Andersen 2011 con l’albo “Chi vorresti essere”, terrà giovedì 10 maggio due laboratori: uno rivolto a bambini in età prescolare nello spazio Nati per leggere, l’altro per ragazzi dell’elementari nello spazio Segnalibri.

Image

La Spagna è, insieme alla Romania, uno dei due paesi ospiti della XXV edizione del Salone di Torino.

La direttrice di Kalandraka in Italia, Lola Barcelo’ Morte, e una delle traduttrici più affermate del catalogo, la torinese Elena Rolla, terranno tre letture ad alta voce per i ragazzi prenotati, curate dell’Associazione Culturale Minimondi di Parma, responsabile della Libreria del Bookstock Village. Per sfruttare il catalogo multilingue di Kalandraka le letture saranno fatte in contemporanea in spagnolo e in italiano. Giovedì 10 maggio saranno letti “La casa de la mosca fosca” / “La mosca fosca”; “Abuelos”/”Nonni” ed eventualmente “Amelia quiere un perro”/”Amelia vuole un cane”. Sabato 12 maggio la lettura sarà rivolta ai più piccoli con “Arturo” e “No es una caja”/”Non è una scatola”.

Image

Kalandraka condivide lo stand con una altra piccola realtà editoriale, Lo Stampatello, vincitrice del Premio Andersen 2012 nella fascia d’età 0/6 anni con “Piccolo uovo” di Francesca Pardi e illustrato da Altan, il creatore della mitica cagnolina a palline, La Pimpa. Con sei titoli in catalogo, Lo Stampatello “nasce per colmare un vuoto nell’editoria infantile, quello rappresentato dalle famiglie in cui i genitori sono due donne o due uomini che si amano. L’idea è quella di proporre temi anche complessi con un linguaggio semplice, chiaro e diretto, per l’appunto in stampatello.  L’attività della casa editrice non si limita all’omogenitorialità. Un tema che merita un discorso specifico è quello dell’omoaffettività.”

Image

Infine, Kalandraka presenterà al Salone di Torino le sue due ultime fatiche: “Lettere fra i lacci”, della scrittrice venezuelana Cristina Falcon Maldonado e dell’illustratrice veneta Marina Marcolin, e “L’inizio” della scrittrice gallega Paula Carballeira e dell’illustratrice tedesca Sonja Danowski. Gli specimene dei due titoli erano stati presentati allo stand di Kalandraka alla BFR 2012, ora invece vi presentiamo i due titoli freschi di stampa. Particolare attenzione sarà dedicata anche a “L’ombrello giallo”, dello scrittore cubano Joel Franz Rosell e dell’illustratrice fiorentina Giulia Campolmi, risultato della collaborazione con il Master per l’Editoria di Macerata.

Image

Lo stand de Kalandraka è il n°C20 nel padiglione 1 del Lingotto. Da giovedì a sabato ci sarà la direttrice Lola Barcelo’ e nelle successive giornate troverete Rochana Bassi, specialista in letteratura infantile nonché collaboratrice di Kalandraka.

Chi vorresti essere?

Rebecca vorrebbe essere un pesce per “nuotare libera nel mare”; ma anche il pesce vorrebbe essere qualcun altro, magari un barbagianni “per volare libero nel cielo”; il barbagianni a sua volta vorrebbe essere un coccodrillo “per stare disteso sotto il sole”… e così passando dal tucano al camaleonte,

viaChi vorresti essere?.

La rassegna: Chi vorresti essere?

A Cair Paravel si è parlato di “Chi vorresti essere?”… E vi consiglio di leggere questa recensione perché parte dal dubbio meditato da una giornalista e mamma (l’ordine dei fattori non altera…) e  raggiunge una conclusione risultato della lettura ai bambini.

Chi vorresti essere?.

Link

INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “CHI VORRESTI ESSERE?”

INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA “CHI VORRESTI ESSERE?”

Sabato 31 marzo dalle 16.30 alle 18.30

Lettura del libro ad alta voce in italiano, inglese e spagnolo di Arianna Papini, Jill Benik (antropologa) e Lola Barelo’ Morte, direttrice di Kalandraka.

Presenta il libro la studiosa di letteratura giovanile Maria Letizia Meacci.

La mostra sarà visibile dal 2 al 7 aprile 2012 durante l’orario di apertura della biblioteca (Via Roma 38/A):
Lunedì 14.30-19.30 / da Martedì a Venerdì 09.30- 19.30 / Sabato 09.30-18.30

La rassegna: Chi vorresti essere?

Un post di Valeria Baudo dedicato al libro Chi vorresti essere? sul blog Le Letture di Biblioragazzi.