Archivi tag: Non è una scatola

Il resoconto: La festa dei lettori alla Libreria Cuccumeo di Firenze

Nel contesto della Festa dei Lettori l’Associazione Scioglilibro ha organizzato diverse letture animate il 29 settembre alla Libreria Cuccumeo di Firenze.

Carlotta Cubbeddu ha presentato il nostro libro “Non è una scatola”.

Poi abbiamo giocato un po’…

E poi la Cubbeddu ha fatto una magia, l’abbiamo visto tutti quanti. C’eravamo e lo potremmo giurare…

O forse la magia l’hanno fatta i bambini e le bambine che la guardavano mentre disegnava sulla lavagna…

Fatto sta che non era una scatola, ma un trattore…

Insomma, anche i gufi della Cuccumeo sono rimasi di stucco!

Kalandraka, ospite di Librinchiostro

Kalandraka ha partecipato alla mostra mercato Librinchiostro organizzata da Discanti Editori e la Biblioteca Comunale F. Trisi nel chiostro del Carmine a Lugo di Romagna, lo scorso fine settimana.

Un momento della presentazione del progetto Nati per Leggere. Kalandraka aderisce l’iniziativa con l’edizione speciale in brossura di “Vai a fare il bagno” di Taro Gomi.

Nives Benati, responsabile della bibliografia nazionale del progetto Nati per Leggere, si rivolge al pubblico presente per parlare delle caratteristiche dei libri di qualità destinati ai piccoli lettori.

La rassegna: Non è una scatola

Libri ricevuti – Antoinette Portis, “Non è una scatola”, Kalandraka, Firenze, 2011.

Primo albo per bambini (da 3 anni in su) di Antoinette Portis, direttrice creativa della compagnia Disney Consumer Products, “Non è una scatola” gioca con i confini tra realtà e fantasia, tra definizione e immaginazione. 

Una scatola è una scatola, suggerisce il libretto: qualcosa di ben definito nella testa di chi pronuncia questa parola e di chi vede un oggetto che risponde al nome; ma lo sguardo e il corpo di un bambino può trasformarla in quel che vuole: un monte, un robot, una mongolfiera, una nave, una “non-scatola”, insomma. 

Così il coniglietto che s’aggira nelle pagine del libro, interrogato da una specie di voce fuori campo, dice ripetutamente “no”: “Perché ti sei seduto su una scatola di cartone?” gli si chiede; “Non è una scatola di cartone”, risponde il coniglietto, e lo vediamo sfilare al volante di una bella automobile rifatta sul profilo della scatola; “Perché schizzi l’acqua verso quella scatola?”; e subito dopo ecco il coniglietto vestito di tutto punto da pompiere, e intento a salvare dalle fiamme un palazzone di quattro piani (la sua “non-scatola”).

Un albo utile a sperimentare le somiglianze e il concetto di spazio attraverso il corpo e l’immaginazione; e pure a ricordare a piccoli e grandi che si può giocare con gli oggetti più semplici, umili. Anche l’aspetto fisico del volume dà questa indicazione: colore e materiale mimano infatti una scatola di cartone. Accanto al nome dell’autrice, in copertina, scopriamo il peso netto del libro (250 gr) e nella quarta leggiamo la scritta “Non capovolgere”: un grazioso gioco di sovrapposizione tra oggetti, e pure una provocazione, quest’ultima, rivolta a bambini, insegnanti ed educatori disposti a vedere quel che succede, se per esempio si provasse a capovolgere un oggetto che è insieme “libro” e “scatola”, “non-libro” e “non-scatola”.Image