Archivi tag: JOEL FRANZ ROSELL

La rassegna: Gattino e il pallone

““Gattino e il pallone” parla di amicizia, di condivisione e di legalità, temi che fanno parte del mondo dei bambini e che meritano una riflessione importante. Se parlare di amicizia sembra semplice, molto si è già scritto, la legalità è un argomento nuovo e più urgente.”

http://scuolainsoffitta.com/2012/12/14/gattino-e-il-pallone/

La rassegna: Il pallone è mio e ci gioco io! …Ma può andare anche diversamente

gattino e il pallone - Constanze v. Kitzing

Sul portone del suo nuovo palazzo, Gattino trova un pallone. Felice lo porta con sé su, fino al sottotetto, dove vive da soli tre giorni assieme alla sua famiglia. La mamma però gli spiega che prima di considerare suo quel tondo tesoro deve verificare che nessuno l’abbia perso e lo invita a chiedere ai vicini. Per Gattino andare a bussare a degli sconosciuti, che potrebbero peraltro rivelarsi i legittimi proprietari del pallone, non è semplice, ma decide comunque di farlo. Scende dal quarto piano al pianterreno e bussa a tutte le porte: gli apre una paperetta, uno scoiattolo, un coniglio. A nessuno di loro appartiene il pallone ma tutti si aggregano alla ricerca. Il pallone sembra non essere di nessuno: possono giocare! In cortile però arriva il legittimo proprietario, un riccio: non cambia nulla, non importa di chi sia il pallone, si gioca ugualmente insieme.

gattino e il pallone - Constanze v. Kitzing

Gattino e il pallone, di Joel Franz Rosell e illustrato da Constanze V. Kitzing, è un albo dall’impostazione classica: da un evento fortuito, che introduce il protagonista, la storia si evolve in una serie di prove da superare, seppur semplici come si addice a un “piccolo”: il divieto della mamma, il fronteggiare la propria timidezza, superare il proprio egoismo a favore della condivisione. Proprio per questa sua struttura iterativa il bambino lettore sfoglierà e risfoglierà l’albo, facendo proprio anche il concetto dell’enumerazione a ritroso e padroneggiando lo spazio del palazzo accompagnando, così, idealmente Gattino nella sua ricerca.

gattino e il pallone - Constanze v. Kitzing

L’illustratrice ha scelto di antropomorfizzare i protagonisti: essi indossano vestiti colorati e semplici adatti al contesto cittadino in cui la storia è ambientata. I bambini non avranno dunque nessuna difficoltà a identificarsi con Gattino o uno dei suoi amici. Il punto di fuoco dell’illustrazione si svolge sul fondo della pagina e ciò contribuisce a rendere ariosa e luminosa la scena. Un albo adatto a bambini dai 4 ai 6 anni.

Da Barbara Ferraro

gattino e il pallone - kalandraka

Titolo: Gattino e il pallone
Autore: Joel F. Rosell, Costance V. Kitzing
Editore: Kalandraka
Dati: 2012, 32 pp., 12,00 €

Posted by  in 2. prescolare (3/5 anni)albi illustratilibri per crescere

 

La rassegna: L’ombrello giallo

 

Donatella Romanelli, dal portale Mangialibri, dedica una recensione a “L’ombrello giallo”. “Un albo illustrato che richiama alla memoria il film “Pleasantiville” del 1998 – qui la pellicola, inizialmente in bianco e nero, inizia a colorarsi gradualmente (per primo un fiore) quando Jennifer, la protagonista femminile, inizia a sovvertire le regole previste dalla trama – sia il capolavoro “Tempi Moderni”, diretto e interpretato da Charlie Chaplin nel 1936, geniale atto di protesta contro l’alienazione industriale della catena di montaggio”.

viaLombrello giallo.

NOVITA’ ESTIVA PER I PRIMI LETTORI

Image

La rassegna: Caleidoscopio di colori – L’ombrello giallo

78 – Writers Magazine Italia

(maggio 2012)

PICCOLE DONNE CRESCONO

rubrica
di Laura Castellani

Siamo alle porte dell’estate e la voglia di circondarci di colori si fa sempre più insistente anche nel leggere albi illustrati pieni di sfumature…
Quest’aria frizzante di tarda primavera mi fa venir voglia di circondarmi di colore. Lo shopping selvaggio a caccia di vestiti, frutta, verdura, fiori allegri e colorati mi risveglia dal torpore invernale. È per questo che anche negli albi illustrati ricerco le
sfumature più brillanti.
Uno dei colori che preferisco è il giallo e proprio questa tinta è la protagonista di L’ombrello giallo edito da Kalandraka.
L’incipit è caleidoscopico: “A quei tempi tutti gli ombrelli erano neri, marroni o, tutt’al più, blu di Prussia o verde scuro.”
Poi si scopre che in fabbrica è stato fatto per errore un ombrello giallo che fa imbufalire il responsabile del controllo della qualità perché un ombrello giallo “non si è mai visto”. L’operaio che l’aveva tinto non ha il coraggio di affermare che era stato lui a schiacciare il bottone tinta giallo pulcino proprio “pensando a come sarebbe sembrato bello un ombrello color del sole in mezzo alla pioggia”. Non volendo buttarlo, alla fine il responsabile decide di venderlo insieme agli altri e così comincia l’avventura dell’ombrello giallo che, però, nessuno vuole comprare. Questo passa il tempo in vetrina sempre più depresso finché arriva un ometto buffo e lo compra ma… non per usarlo sotto la pioggia! È così che l’ombrello scoprirà di essere l’aiutante di un pagliaccio che lo utilizza per “fare capriole, equilibrismi, giochi di magia per far divertire la gente che andava al circo e che torna a casa contenta come chi porta un girasole vivo nel petto”.

Essendo Ariete, che è governato da Marte, pianeta rosso per eccellenza, adoro anche questo colore in tutte le sue sfumature.
Quindi sono stata irresistibilmente attratta dalla copertina rossa con un cuore rosso di La notte dello stregone edito da Artebambini. Questo divertente albo illustrato narra le vicissitudini di uno stregone che “mangia a colazione i bomboloni al mascarpone” e che si innamora della donna cannone vista in un quadro al Museo dell’Espressione. Per incontrarla di persona chiama Babbo Natale che arriva sul coccodragone (incrocio tra un coccodrillo e un dragone) e che esaudisce il suo desiderio d’amore. Caterina Arciprete, con le sue coloratissime illustrazioni, rende omaggio alla donna paffuta, burrosa, gioiosa e mangiona di Fernando Botero, il grande pittore colombiano la cui pittura è impregnata di ironia.
Di divertimento e umorismo sono ricche anche le pagine di Lupo favoloso edito da Nuove Edizioni Romane. È un albo senza parole dove il lupo, invece di essere il solito stereotipo di brutto e cattivo, diventa invece il protagonista di vari travestimenti colorati e si cala nei panni di molti personaggi delle storie più amate dai bambini, come Cenerentola con un bellissimo vestito rosa che perde la scarpetta pure rosa oppure Raperonzolo, con degli infiniti capelli biondi. Il lupo Biancaneve, in un abito multicolore, strappa un sorriso, mentre il lupo Brutto Anatroccolo è molto tenero. In questo piccolo grande albo Eva Rasano ha saputo con maestria mascherare il lupo in ben diciannove protagonisti delle fiabe: tutti divertentissimi.
I protagonisti di Gatti neri gatti bianchi edito da Editoriale Scienza sono invece i gatti di tutti i colori: bianchi, neri, rossi, grigi tranne verdi. Le illustrazioni di Anna Laura Cantone sono vivaci e spiritose, adatte a rendere in modo buffo i primi concetti di Logica narrati da Anna Cerasoli, la scrittrice che ha saputo far amare la matematica a moltissimi bambini. Nel box nella pagina che segue trovate una piccola intervista proprio ad Anna per scoprire il suo segreto: come riesce a rendere semplici dei concetti matematici difficili.

Link

La Rassegna: L’ombrello giallo

La Rassegna: L’ombrello giallo

Marco Mondino si occupa dell’albo “L’ombrello giallo”, di Joel Franz Rosell e Giulia Campolmi nella puntata del 23 marzo di Assaggi Letterari, rubrica televisiva dedicata al mondo del libro e dell’editoria. Va in onda ogni venerdì all’interno del tg Hercole Tv News.