Archivi tag: Arianna Papini

Immagine

Miglior illustratrice: Arianna Papini Premio della rivista Andersen 2018

arianna-papini-750x730

«Per essere da tempo una delle migliori e più consapevoli personalità dell’illustrazione italiana. Per la costante originalità di un segno elegante e colto ma, al tempo stesso, vivissimo e cordiale. Per una caparbia e ininterrotta ricerca artistica e figurativa.» Ecco le motivazione della giuria della rivista Andersen per conferire il Premio alla Migliore Illustratrice 2018 a Arianna Papini.

81sYXYSE4TL

Kalandraka, 2013, ristampa 2018

portada.fh11

Kalandraka, 2014

download

Kalandraka, 2011

 

 

 

 

 

 

 

 

L’autrice toscana ha studiato Arte e Architettura a Firenze e Arte Terapia all’Università di Bologna. È stata per 25 anni direttore editoriale e artistico della casa editrice Fatatrac. Ha tenuto lezioni presso la facoltà di Architettura di Firenze con progetti di studio sul libro-gioco. Ha condotto corsi anche presso il Liceo Artistico di Firenze, l’Associazione Illustratori di Milano, presso l’ISIA di Urbino dove dal 2007 insegna Illustrazione e presso la Scuola Internazionale d’Illustrazione di Sàrmede. Conduce attività di lettura e laboratori artistici per bambini e adulti presso scuole e biblioteche. Ha scritto e illustrato un centinaio di libri in Italia per diverse case editrici. Le sue opere sono esposte in mostre collettive e individuali. Tra i premi ricevuti ci sono il Premio delle Palme, il Premio Nazionale del Libro per l’Ambiente (“Cari estinti”, 2016). È stata scelta per la mostra Ibby 2011, 2012 e 2013.

“CARI ESTINTI” VINCE IL PREMIO NAZIONALE UN LIBRO PER L’AMBIENTE 2016

cari estinti It-1(3)

Il libro Cari estinti di Arianna Papini ha vinto la 18esima edizione del Premio Nazionale Un Libro per l’Ambiente 2016 per la miglior coerenza grafica-testo. Pubblicato dalla KALANDRAKA in italiano, spagnolo, gallego e portoghese, l’opera “ha saputo rappresentare l’estinzione degli animali a causa dell’uomo e presentare le specie estinte con profonda leggerezza del testo e delle immagini”, come ha sottolineato la giuria di Legambiente, l’associazione senza fini di lucro ambientalista che promuove il premio. L’autrice fiorentina ha ritirato il premio in una cerimonia tenutasi in occasione della 34esima Rassegna Nazionale Teatro della Scuola, celebrata presso la cittadina marchigiana di Serra San Quirico (Ancona).

L'autrice durante la cerimonia di premiazione a Serra San Quirico lo scorso 2 maggio.

L’autrice durante la cerimonia di premiazione a Serra San Quirico lo scorso 2 maggio.

Arianna Papini aveva già ricevuto il Premio di Legambiente nel 1998 per Lisa. Un anno con la tàccola, pubblicato dalla casa editrice Fatatrac, per la quale aveva precedentemente svolto il ruolo di direttrice artistica. Allo stesso modo, anche KALANDRAKA riceve il suo secondo premio Legambiente, dopo aver vinto nel 2010 con Il piccolo coniglio bianco.

Il-piccolo-coniglio-It.jpg-coniglio.jpg-400

Cari estinti è un omaggio alle migliaia di specie animali che sono state annientate o che sono attualmente ad alto rischio di estinzione. Fra queste, Arianna Papini ha scelto 20 animali, attraverso le loro voci, da una parte manda un messaggio di speranza al cambiamento, dall’altra un invito ad una presa di coscienza: siamo ancora in tempo per sottrarre ulteriori vittime alla lista degli assenti.

Il testo si sviluppa  in 20 brevi componimenti costruiti come classici epitaffi. Ogni bestia racconta se stessa, le sue abitudini e il suo habitat in tono poetico, distaccato e ironico; infine, senza tralasciare l’aggressione subita, spinge il lettore a interrogarsi sull’azione dell’uomo. Le  illustrazioni sono ritratti realistici su sfondo bianco abbinati a frammenti di carta e ritagli di stoffa dai colori soffusi, che trasmettono un senso di equilibrio e leggerezza.

CARI_ESTINTI_DEF_071014-5

Scrittrice, illustratrice, arte terapeuta e pittrice, Arianna Papini lavora dal 1998 nel settore dell’editoria. Conduce attività di lettura e laboratori artistici per bambini presso scuole e biblioteche. Le sue opere sono esposte in mostre collettive e individuali. Ha pubblicato circa 100 libri tra quelli solo come autrice, solo come illustratrice e infine come autrice totale. Tra i premi ricevuti, ricordiamo il Premio Andersen e il Premio delle Palme. Per i tipi della Kalandraka ha pubblicato Chi vorresti essere? (2011), finalista del IV Premio Internazionale Compostela per Albi Illustrati e E’ una parola.

Lettura e laboratorio su "Chi vorresti essere?" al Caffè Letterario delle Murate di Firenze nel 2012.

Lettura e laboratorio su “Chi vorresti essere?” al Caffè Letterario delle Murate di Firenze nel 2012.

 

Cari estinti

 

 

CARI_ESTINTI_DEF_071014-23“Cari estinti” – Arianna Papini – Kalandraka Di nuovo Kalandraka e di nuovo Arianna Papini per un libro che anche in questo caso ho regalato a un’amica, attenta alla t…

Sorgente: Cari estinti

LA SESTA ESTINZIONE RACCONTATA AI BAMBINI

L'autrice Arianna Papini con uno dei suoi animali di pezza.

L’autrice Arianna Papini con uno dei suoi animali di pezza.

Caterina Lazzari a Tropico del Libro prende spunto del libro di Arianna Papini “Cari estinti” per parlarci di un periodo della storia della Terra che è proprio in corso. “La specie umana, da quando ha cominciato ad esistere, ha dato vita a enormi modificazioni del proprio ambiente, e si è diffusa su tutto il pianeta provocando in parallelo l’estinzione di un incredibile numero di altre specie….

CARI_ESTINTI_DEF_071014-5

Per continuare a leggere questo interessantissimo articolo bisogna clickare sul link sottostante.

http://tropicodellibro.it/biblioteca-della-sostenibilita/liberelettere/sesta-estinzione-raccontata-ai-bambini/#comment-132562

Una parola per il primo giorno di scuola

copertinaÈ una parola:  una delle più belle del nostro vocabolario, una di cui tutti abbiamo bisogno, quella che, in questo primo giorno di scuola per molti di noi, bambini e maestri, auguro a ognuno di poter incontrare nel proprio cammino, fuori e dentro la scuola.

http://apedario.blogspot.it/2015/09/libri-pippi-e-una-parola.html?spref=fb

Attività con “Cari estinti” alla BibliotecaNova

immagine A. papini

Ci ricordiamo probabilmente in molti le città italiane deserte del mese di agosto. Io ricordo la mia, Firenze, visto che normalmente rientravamo dal mare proprio quando la maggior parte ci andava, ad agosto.  Abitavamo in una zona che a quei tempi era decisamente definibile periferica e le impressioni le ricordo bene,  mi sono rimaste impresse come restano le cose che vivi da bambino,  in quello che ispirano che giunge subito al nostro interiore come sentimento.  L’essenza era quella, caldo, e un deserto, alla fine, interiore.   Forse proprio per questo ricordo con particolare piacere le poche occasioni culturali che capitavano, sempre e solo se avevi la fortuna che ti ci portassero perché naturalmente erano nel centro della città, e che, nella mia attuale memoria,  erano proposte di una qualità che oggi mi pare più rara. Insomma, poco, ma,  spesso, buono.  Anche perché la maggior parte dei teatri, degli spazi di esposizione all’aperto, dei cinema estivi, sono, ormai, un lontano ricordo.  Gli unici posti che continuano ad aumentare sono, in fondo, ancora i centri commerciali.

Ora, però , ci sono luoghi come le biblioteche che sembrano ritrovare la loro dimensione di occasioni di conoscenza e  di incontro,  entrati a fare parte di progetti di recupero di zone periferiche, o riqualificazione di aree del centro.  La proposta legata  all’infanzia, in questo senso, si è fatta più largo , anche se non sempre si realizza in esperienze, diciamo, che aggiungono molto al titolo con cui si presentano e quindi al vissuto di chi partecipa.  Sono, però, pur sempre opportunità di scoperta comune.

biblioteche-luglio-settembre-2015

Potersi riprendere gli ambienti della cultura per quello che, secondo noi, dovrebbero essere,dimensioni di incontro, di occasione, di condivisione di esperienze, è cosa non da poco.  La biblioteca Canova del quartiere dell’Isolotto è stata inaugurata nel 2009 per accorpare i servizi del Quartiere 4 ed è sicuramente uno degli esempi di questo rinnovamento. L’ampliamento dell’orario unito alla riqualificazione anche della sezione bambini e ragazzi , con una nuova attenzione ai titoli e il collegamento con la ludoteca, è un esempio di possibilità di incontro  per chi viene da vicino e da fuori zona,  grazie anche al nuovo collegamento con la tramvia.

Nel cuore dell’estate spuntano i Cari estinti. Il titolo di Arianna Papini sarà al centro dell’incontro e dell’ attività a cura degli operatori della sezione Juonior  martedì 12 agosto dalle 10.30 alle 12.30, presso Biblioteca Canova, in via Chiusi 4/3.

Scoprite cosa propongono.

http://www.firenzeformatofamiglia.it/eventi/cari-estinti-alla-biblioteca-canova-isolotto/

Libri e appuntamenti a Bologna Children’s Book Fair 2015

È un classico, come lo è il mostro nell’armadio o sotto il letto. Anzi, quella strana creatura che la notte  si nasconde nell’armadio a porte chiuse, impedendoci di dormire. Finché un giorno decidiamo di affrontarla. Con quali conseguenze, ve lo rivela il protagonista di queste notti inquiete, con le sue gesta coraggiose.

Una strana creatura nel mio armadio, Marcel Meyer. Collana Libri per Sognare, classici contemporanei.

Come da manuale, per restare nel classico, ai primi 10 fortunati le prime 10 copie alla fiera bolognese.  In anteprima a Bologna Children’s Book Fair 2015.  Un assaggio della nostra novità del mese di maggio.

una-strana-creatura-It

Ci stiamo preparando, non solo dalla sede italiana, ma da quella spagnola e portoghese di Kalandraka. Per condividere lo stand B2 al padiglione 26. Dal 30 marzo al 2 aprile nel quartiere fieristico del capoluogo emiliano, in Via della Costituzione.

Troverete:

le ultime novità , La nonna addormentata di Roberto Parmeggiani e João Vaz de Carvalho , Grazie di Isabel Minhós Martins e Bernardo Carvalho .  Le precedenti, Cari estinti, Stormo. E tutti i titoli del catalogo.

Alcuni titoli in lingua tra cui quelli, appena arrivati, degli autori che saranno presenti in fiera.  Dal Cile ci sarà Maya Hanisch con Color animal e da Spagna e Portogallo Javier Sobrino e Caterina Sobral, vincitrice del concorso illustratori Bologna Children’s Book Fair 2014, con No hay dos iguales.

PER AUTORI E ILLUSTRATORI:

l’agenda per gli appuntamenti è ormai chiusa, ma come ogni anno, siete i benvenuti a lasciare materiale che desiderate mostrarci nella nostra illustrator box”.

PROMEMORIA APPUNTAMENTI  DENTRO E FUORI FIERA

AL NOSTRO STAND:

LUNEDI’ 30 MARZO

firmas bolonia 2015

firmas bolonia 2015

 MARTEDI’ 31 MARZO:

firmas bolonia 2015

firmas bolonia 2015

4

MERCOLEDI’ 1 APRILE:

firmas bolonia 2015

firmas bolonia 2015

INCONTRI IN LIBRERIA:

encuentro CARI ESTINTI encuentro-CARI-ESTINTI

encuentro-NONNA

Vi aspettiamo.

http://www.bookfair.bolognafiere.it/la-fiera/895.html