Il ritratto rivoluzionario della pecora Dolly e di chi non c’è più. Anticipo sul prossimo libro di Arianna Papini

Arianna Papini è stata premiata dalla giuria del concorso “RITRATTI RIVOLUZIONARI” in occasione di Lucca Comics. Ma non aspettatevi immagini di donne e uomini, come sarebbe prevedibile. La sua rivoluzionaria è una pecora. La pecora Dolly. Da dove viene questo ritratto e perché ha scelto questo soggetto?

Vi anticipiamo che si tratta di una piccola anteprima della nostra prossima novità editoriale. Sotto un altro lavoro dell’autrice, l’immagine dell’orsa Daniza, morta dopo essere stata addormentata perché difendeva i suoi cuccioli da un cercatore di funghi,  che è stata pubblicata su ILLUSTRATI di questo mese. C’entra. Eccome. Scoprite perché dalla parole di Arianna Papini in questa prima parte di un’intervista che le abbiamo dedicato.

©Arianna Papini Pecora Dolly

Il tema di quest’anno a Lucca Comics è “Revolution” e il tema del concorso di illustrazione era “Ritratti rivoluzionari”. Questo titolo mi è piaciuto moltissimo, partecipo ai concorsi solo quando i titoli mi raccontano cose importanti di ciò che voglio esprimere. Secondo il bando andavano trattati personaggi che hanno cambiato il corso della storia ma, essendo la rivoluzione il tema di fondo, ho pensato di partecipare con un’eroina speciale, che ha reso l’uomo consapevole di non poter sotituire la natura e soprattutto di non avere il potere di decidere tutto. La Pecora Dolly, frutto di clonazione, è risultata fin dalla nascita essere fornita di cellule troppo vecchie, insomma, in qualche modo è nata già anziana.

Dunque ancora una volta Dolly è stata una vittima predestinata delle velleità dell’essere umano, ma allo stesso tempo la sua storia può e deve essere di insegnamento e va ricordata. Dolly è anche citata in una delle poesie del mio nuovo libro per Kalandraka, “Cari estinti”, che affronta in modo ampio questa ed altre questioni ma soprattutto un tema che è per me centrale attualmente: stare nella natura, godere di quello che abbiamo, sapere che le cose e gli esseri hanno una fine e dunque la loro vita è preziosa, credo che siano elementi da cui non possiamo prescindere se vogliamo educare la prossima generazione alla rinascita e alla prosecuzione di quanto ci è stato donato. La rivoluzione, riprendendo il tema di Lucca Comics, a mio parere non si fa con le armi.

Ciò che vogliamo comunicare passa attraverso linguaggi affettivi, belli, e parlo di idiomi di ogni genere, dalla musica all’arte. Non condivido il modo tenuto da certe associazioni che si occupano di ambiente e di animali, le quali per sensibilizzare l’opinione pubblica decidono di mostrare immagini molto cruente e terribili. La conseguenza è che gli amanti degli animali chiudono il computer mentre chi fa loro del male trova nutrimento da tali nefandezze. Credo che chi ama gli animali debba portare a tutti un messaggio in positivo, su quanto questi esseri diversi da noi sanno insegnarci. È la diversità che educa e lo sa bene chi ha avuto la fortuna di condividere anni scolastici o lavoro con persone con abilità diverse o provenienti da tanti paesi.

©AriannaPapini

Osserviamo la natura e vediamo leonesse che adottano anatroccoli restati soli, gatte che allattano porcospini, cani che baciano delfini. La grande differenza tra noi e loro è che lì, in quelle amicizie, non ci sono gerarchie. Credo che Dolly e tutti gli altri martiri, compresa l’orsa Daniza, dovrebbero almeno non essere morti invano e ciò accadrà soltanto quando sarà compreso il messaggio d’amore che loro ci lanciano da sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...