“Creatività senza limiti”. Arianna Papini e Marco Berrettoni Carrara in un percorso sulla disabilità

È non è

http://www.kalandraka.com/fileadmin/images/books/dossiers/e-non-e-IT_01.pdf

Rompere gli schemi dell’esperienza, secondo l’idea rodariana di pensiero divergente. Così Area onlus da trent’anni è vicina alle famiglie con bambini con disabilità e pone al centro l’incontro e la creatività.  “Creatività senza limiti” è un percorso all’interno di “Vietato sfogliare”, progetto di Area onlus sui libri, e che sarà possibile percorrere al Salone Internazionale del libro di Torino dal 16 al 20 maggio 2013. Il libro è un’occasione  di comunicazione per tutti con il mondo della disabilità, con la libertà del sentimento personale. Per questo ci sono “È non è”di Marco Berrettoni Carrara e “Chi vorresti essere?” e “È una parola” di Arianna Papini. I due autori sono attesissimi. Scopriamo di piu’ nelle parole di Elena Corniglia dell’associazione

AREA ONLUS

Area onlus è un’associazione torinese che da trent’anni si occupa di famiglie con bambini e ragazzi disabili, offrendo gratuitamente orientamento e informazioni, sostegno psicologico e sociale oltre a servizi volti a migliorare l’autonomia e la qualità di vita in caso di handicap. Il sostegno alla persona disabile e alla sua famiglia avviene prima di tutto attraverso il riconoscimento e la promozione delle risorse individuali, valorizzate grazie a un costante ricorso alla creatività, in tutte le sue forme.

 VIETATO NON SFOGLIARE

Da questa filosofia di lavoro, tra gli altri progetti dell’associazione, è nata Vietato Non Sfogliare, una mostra che riunisce libri accessibili per bambini con necessità speciali e libri per l’infanzia dedicati al tema dell’handicap: 100 testi poco conosciuti e poco diffusi che rappresentano uno strumento semplice ed efficace di condivisione e di crescita. Libri tattili con traduzione in Braille, in Lingua Italiana dei Segni (LIS), in grandi caratteri e in caratteri appositi per la dislessia, libri con tecniche di Comunicazione Aumentativa e Alternativa e audiolibri trovano qui posto a fianco di albi illustrati, racconti e romanzi che della disabilità hanno fatto occasione di narrazione, attraverso le parole o le immagini, proponendone una rappresentazione non stereotipata

 Il denominatore comune a tutti i testi esposti è l’opportunità di individuare nell’oggetto-libro un territorio d’incontro, di scambio e d’inclusione, sia attraverso la condivisione dell’esperienza costruttiva della lettura, che si arricchisce di stimoli nuovi e multisensoriali, sia attraverso l’accostamento a trame e personaggi che restituiscono alla disabilità un aspetto più familiare e quotidiano.L’idea che sta alla base della mostra è infatti che il libro, nella sua straordinaria semplicità, offra a tutti, specialisti e non, la possibilità di parlare della e con la disabilità a partire dalle risorse e non dalle mancanze, dalla resilienza e non dalla vulnerabilità di chi ne è stato colpito. Questi libri speciali, che sanno parlare linguaggi diversi ai sensi, alle emozioni e alla mente, sono capaci di trasformarsi in un grande tetto sotto cui ritrovarsi nella comune esperienza creativa e trasformativa dell’immaginazione.

AREA AL SALONE DEL LIBRO

Dal 16 al 20 maggio 2013 Vietato Non Sfogliare sarà ospite del Bookstock Village, lo spazio dedicato ai bambini e ai ragazzi alla 26° edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino. Il tema della creatività scelto per quest’anno dalla fiera trova infatti nella mostra di libri speciali una declinazione tutta particolare. In linea con l’idea rodariana di pensiero divergente, capace di rompere gli schemi dell’esperienza, i libri esposti rivelano infatti come il limite, se opportunamente riconosciuto, integrato ed elaborato, possa diventare una autentico stimolo a mettere a punto soluzioni nuove e originali che aggirino o superino una condizione data, apportando ricchezza e varietà. In questo senso, alla maniera che ben descrive anche Italo Calvino, il limite può assumere il ruolo di incentivo alla creatività e si eleva a vero e proprio «inno alla libertà d’invenzione».

In quest’ottica e con quest’idea Area ha messo a punto in collaborazione con il Salone del Libro una serie di incontri, presentazioni editoriali e laboratori ispirati alla mostra e previsti in uno spazio ad essa annesso denominato Creatività senza limiti.

 MARCO BERRETTONI CARRARA E ARIANNA PAPINI

Due degli attesissimi ospiti previsti all’interno dello spazio Creatività senza limiti sono Marco Berrettoni Carrara e Arianna Papini.Il primo proporrà un incontro-laboratorio di presentazione del libro È non è, scritto da lui e illustrato da Chiara Carrer. Il libro è stato selezionato ed esposto in Vietato Non Sfogliare fin dalla prima edizione della mostra perché davvero prezioso e raro, nel suo modo di narrare l’autismo. Caratterizzato da una scrittura essenziale, asciugata all’osso e spogliata del superfluo, e da una rappresentazione fatta di luci e ombre, presenze ed assenze, il libro centra davvero la frammentarietà, la profondità e l’interrogazione continua che contraddistinguono un quotidiano in cui irrompe l’autismo, così come può essere vissuto da un fratello. È non è non appare e non pretende di essere un libro semplice ma merita davvero una scoperta accompagnata perché apre possibilità di condivisione e riflessione non comuni.

chi_vorresti_essere_BASSA-1

http://www.kalandraka.com/fileadmin/images/books/dossiers/Chi-vorresti-essere-IT_01.pdf

Arianna Papini sarà ospite dello spazio Creatività senza limiti per raccontare attraverso alcuni dei suoi libri il valore della diversità. Da sempre attenta a questa tematica, l’autrice vi ha dedicato numerosi volumi tra cui il recente Chi vorresti essere?. Il libro non è presente in mostra perché qui si è scelto di esporre volumi che trattano esplicitamente il tema della disabilità, ma trova una naturale collocazione nello spazio Creatività senza limiti perché ne sposa in pieno la filosofia. Tra un tucano camaleontico e un camaleonte felino, la diversità viene presentata, infatti, in questo libro come un’occasione di arricchimento e l’invito implicito che viene fatto al lettore è a valorizzare il potenziale di ciascuno invece che sottolinearne i limiti. Questa, più nel dettaglio, è la nostra recensione del libro su . L’autrice coglierà peraltro l’occasione per presentare anche il suo ultimo lavoro, È una parola, in cui nuovamente e in maniera mai noiosa, la diversità si manifesta come l’essenza e il succo dei più autentici rapporti di amicizia.

copertina

INFO INCONTRI: libripersognare.wordpress.com/2013/05/06/kalandraka-al-salone-del-libro-di-torino-16-20-maggio-2013/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...