Archivi del mese: aprile 2012

ULTIMA FATICA DI KALANDRAKA: “L’INIZIO”

 

La speranza dopo una guerra.

Image

Image

Image

Image

Annunci

Chi vorresti essere?

Rebecca vorrebbe essere un pesce per “nuotare libera nel mare”; ma anche il pesce vorrebbe essere qualcun altro, magari un barbagianni “per volare libero nel cielo”; il barbagianni a sua volta vorrebbe essere un coccodrillo “per stare disteso sotto il sole”… e così passando dal tucano al camaleonte,

viaChi vorresti essere?.

PROSSIMA USCITA: LETTERE FRA I LACCI

Image

Un meraviglioso albo illustrato da Marina Marcolin.

V PREMIO INTERNAZIONALE COMPOSTELA PER ALBI ILLUSTRATI: LA DECISIONE DELLA GIURIA

Image

L’Assessorato all’Educazione del Comune di Santiago de Compostela e KALANDRAKA hanno organizzato per la quinta volta consecutiva il Premio Internazionale Compostela per Albi Illustrati, all’interno della XII Campagna di Promozione alla Lettura bandita dal Comune di Santiago.

Dalla sua prima edizione nel 2008 il premio ha riscosso un crescente successo. Sono stati presentati oltre 1.500 progetti provenienti da tutto il mondo (256 nell’attuale edizione), circostanza che dimostra la sua importanza a livello internazionale. Hanno concorso al premio lavori inviati da paesi europei quali Germania, Italia, Svizzera, Danimarca, Portogallo, Francia, Olanda, Regno Unito e Spagna e da diversi paesi americani quali Argentina, Cile, Brasile, Ecuador, Messico, Colombia, Uruguay, Perú e Stati Uniti.

I membri della giuria hanno sottolineato la qualità e la diversità dei 256 progetti presentati al Premio, provenienti da 19 paesi.

Dopo essersi ritirata per deliberare, la giuria ha deciso all’unanimità attribuire il V Premio Internazionale Compostela per Albi Illustrati all’opera di David Daniel Álvarez Hernández e Julia Díaz Garrido (Messico), presentata sotto il motto “Parvada”. La dotazione del premio è di 9.000 euro come anticipo sui diritti di autore per la pubblicazione dell’albo in castigliano, gallego, catalano, euskera e portoghese.

La giuria ha valutato in modo speciale il virtuosismo tecnico e la straordinaria qualità delle tavole, realizzate esclusivamente in bianco e nero. Gli autori di “Parvada” mostrano un mondo che si sviluppa su ricerca e il progresso finalizzati a una vita migliore che però poggiano su un grande paradosso.

ImageImage

David Álvarez (Messico D.F.,1984) si é laureato alla Escuela de Diseño del Instituto Nacional de Bellas Artes di Messico (EDINBA). Ha conseguito il Primo Premio di Illustrazione nella categoria di studente all’Incontro Latinoamericano di Design 2011, organizzato dalla Università di Palermo ed è arrivato secondo classificato  nel Catalogo degl’Illustratori per Ragazzi della Città di Messico 2011. Inoltre è stato scelto per partecipare alla Biennale ILUSTRARTE 2012 di Lisbona.

Julia Díaz (Messico D.F.,1986), si è laureata in Design alla Escuela de Diseño del Instituto Nacional de Bellas Artes di Messico (EDINBA). Ha partecipato a diversi laboratori di illustrazione per l’editoria tenuti da affermati artisti come Gabriel Pacheco, Javier Zabala e Suzanne Zeller.

I membri della giuria di questa V edizione sono stati l’assessore all’Educazione del Comune di Santiago Ángel Currás Fernández, la ricercatrice e curatrice editoriale Felicidad Orquín, l’illustratore Xan López Domínguez, l’editrice Manuela Rodríguez in rappresentanza di Kalandraka, il direttore dell’Assessorato all’Educazione del Comune di Santiago, Xosé Manuel Rodríguez-Abella e Beatriz Varela come segreteria tecnica.

La giuria ha inoltre consigliato la pubblicazione del progetto intitolato “Seré…”, scritto ed illustrato da Daniela Iride Murgia, di Venezia (Italia) che era stata sorteggiata come  finalista.Image Inoltre ha apprezzato altre quattro proposte che meritano una menzione speciale, presentate sotto i seguenti motti: “En algún lugar”, “El Sanatorio”, “Nicomedes el Pelón” e “Aldino, el rábano y la oveja 106”.

Le opere vincitrici delle precedenti edizioni. 

L’argentina Natalia Colombo, autrice del testo e dell’illustrazioni dell’albo “Vicini” è stata la vincitrice della prima edizione del Premio Internazionale Compostela per Albi Illustrati che aveva avuto 335 opere in concorso. Il messicano Felipe Ugalde ha ricevuto il premio con l’albo “Un grande sogno”, nell’edizione di 2009 alla quale hanno partecipato 280 progetti. Nel 2010 il numero di lavori ricevuti è stato di 518, fra i quali ha vinto “La famiglia C”, dello scrittore Pep Bruno e dell’illustratrice Mariona Cabassa, ambedue spagnoli. L’ultimo vincitore del Compostela è stato l’uruguaiano Martín León Barreto,nel 2011, con “El camino de Olaj”, scelto fra i 374 lavori spediti da un totale di 19 paesi.

Il concorso è all’interno della XII Campagna di Promozione alla Lettura bandita dal Comune di Santiago e organizzata nel mese di aprile in collaborazione con KALANDRAKA. Le attività programmate –letture ad alta voce, audizioni musicali, laboratori di illustrazione e di scrittura creativa, incontri nelle librerie della città per insegnanti e famiglie – coinvologono i 5.000 scolari della zona compostelana.

APPUNTAMENTO AL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI MESSINA

Kalandraka partecipa alla seconda edizione del Salone del Libro di Messina che si terrà i giorni 13, 14 e 15 aprile presso il PalaCultura “PalaAntonello” della città siciliana. L’evento intende promuovere la cultura del libro nelle sue svariate declinazioni, coinvolgendo case editrici provenienti da tutta Italia, alla presenza di autori di fama nazionale ed internazionale. All’interno della manifestazione si terranno diversi incontri tra gli autori ed il pubblico. Nello stand di Kalandraka i visitatori troveranno le novità dei Libri per Sognare nonché i titoli più popolari della collana.

Il Salone è patrocinato dall’Università, dal Comune di Messina e dall’Ente provinciale di Messina.

PalaCultura
Viale Boccetta

98124 Messina

http://www.salonelibromessina.it
salonelibromessina@gmail.com
tel/fax 0902133948

Orari:
venerdì 13 APRILE dalle ore 10.00 alle ore 22.00

sabato 14 APRILE dalle ore 10.00 alle ore 22.00

domenica 15 APRILE dalle ore 10.00 alle ore 22.00.
Ingresso libero

Image

La rassegna: Non è una scatola

Image

Finalmente pubblicato anche in Italia per i tipi della Kalandraka, questo albo era apparso nel 2oo6 negli Stati Uniti, dove aveva raccolto numerosi consensi: era stato inserito nella lista dei 1oo libri consigliati daìla Biblioteca di New York, selezionato tra i migliori albi dell’anno dalla prestigiosa ALA (associazione dei bibliotecari statunitensi)e aveva vinto iÌ premio intitolato al Dr. Seuss (TheodorSeuss Geisel Award).

Copertina e risvolti in carta marrone richiamano colore e aspetto di una scatola vera, anticipando così la narrazione, che si sviluppa in forma dialogica. Il testo propone un contrappunto a due voci, a simulare un adulto senza immaginazione che chiede: “Perché ti sei seduto in una scatola?” e un piccolo coniglio che risponde con la stessa frase del titolo: “Non è una scatoIa”. Non è una scatola infatti quella che il protagonista ha accanto. Ma l’oggetto da cui traggono origine gli immaginari giochi infantili che la storia narra – non con le parole ma col disegno. Una linea di contorno nera, semplicissima, tratteggia coniglio e scatola. Mentre al girar di pagina una linea rossa visualizza quanto il piccolo si figura: un’automobile, un robot, una nave dei pirati… Non una scatola, per l’appunto. La forma dialogica del testo è sottolineata dal colore delle pagine (marrone chiaro quelle dove compaiono le domande, rosse quelle delle risposte) sul quale spiccano i caratteri bianchi delle parole, in un alternarsi di pochi, studiati colori, a sottolineare il ritmo semplice ma essenziale del libro. Le illustrazioni dal tratto netto molto devono al disegno di Crockett e Johnson in Harold e la matita viola (Einaudi ragazzi, 2ooo), mentre danno corpo ai voli della fantasia che il protagonista, silenziosamente, realizza, in un crescendo di intensità, fino a concludersi con l’affermazione che si tratta di una “nonscatola”, a citazione della famosa negazione in Alice nel paese delle meraviglie, quella del “non-compleanno”. Tutto è, tranne una scatola. Approviamo la decisione di tradurre il libro, ma ci resta il desiderio di vedere tradotti anche altri, importanti titoli di Antoinette Portis, in particolare l’ultimo,  “A penguin story” (2009), che i francesi (sempre attenti) già hanno pubblicato.

Angela Dal Gobbo (Liber gennaio-marzo 2012)

Link

La Rassegna: L’ombrello giallo

La Rassegna: L’ombrello giallo

Marco Mondino si occupa dell’albo “L’ombrello giallo”, di Joel Franz Rosell e Giulia Campolmi nella puntata del 23 marzo di Assaggi Letterari, rubrica televisiva dedicata al mondo del libro e dell’editoria. Va in onda ogni venerdì all’interno del tg Hercole Tv News.